La Chiesa come Società Giuridicamente Perfetta

Mucci, P. G.

Abstract: L’articolo riprende la formula ecclesia societas perfecta inæqualis che, arbitrariamente usata negli ultimi due secoli come definizione assoluta della Chiesa e successivamente altrettanto arbitrariamente accantonata, è oggi rivalutata. Essa non esprime tutta la realtà del mistero della Chiesa e pertanto non la si può assumere come definizione esaustiva della comunità ecclesiale. Conserva però la sua verità parziale, il suo valore entro il suo limite, ossia in quanto espressione della realtà storicamente sociale della Chiesa e della sua indipendenza dalla società civile e politica.

Parole Chiave: Chiesa, societas iuridice perfecta, diritto pubblico ecclesiastico, indipendenza, giuridicità.

Abstract: The article takes the formula ecclesia societas perfecta inaequalis that, arbitrarily used in the last two centuries as an absolute definition of the Church and then just as arbitrarily set aside, is now re-evaluated. It does not express the whole reality of the mystery of the Church and therefore it cannot be taken as exhaustive definition of the ecclesial community. However, it retains its partial truth, its value within its limit, which is as an expression of the historically social reality of the Church and of its independence from civil and politic society.

Keywords: Church, societas iuridice perfecta, independence, public ecclesiastical law, juridicity.

DOI
10.19272/201708602006